Book Now
Il sestiere 2018-06-28T10:56:22+00:00

Il sestiere di Cannaregio

Il sestiere di Cannaregio è il più esteso della città dopo Castello ed il più popolato. Cannaregio infatti occupa quasi per intero tutta la parte della città a nord del Canal Grande, estendendosi dalla stazione ferroviaria fino a Castello, con cui confina a est e a sud quasi per intero. La via acquea principale è il Canale di Cannaregio, su cui affaccia Palazzo Cendon, che collega il Canal Grande con la laguna. È l’unico canale interno del centro storico, oltre al Canal Grande, ad essere attraversato dai vaporetti.

Il nome del sestiere deriva presumibilmente dalla conformazione( quando la zona era ancora disabitata, erano presenti vasti canneti), teoria confermata da documenti del XV secolo recitanti: “Cannaregio impercioché era chanedo et paludo con chanelle.”, anche se diverse sono le ipotesi, tra cui “Canal Regio” nelle mappe asburgiche e “Canaleclo” in alcuni documenti risalenti all’XI secolo. Proprio in questo sestiere si trova il Ghetto di Venezia, il più antico d’Europa, raggiungibile da un “sotopòrtego” posto ai piedi del Ponte delle Guglie e su cui sono ancora ben visibili i cardini in ferro delle porte che anticamente chiudevano il Ghetto durante la notte. Nel quartiere ebraico si trovano tutt’ora le 5 sinagoghe, 2 delle quali aperte al pubblico.

All’estremo nord di Cannaregio e di Venezia, fra il Ghetto di Venezia, la chiesa di Sant’Alvise e la chiesa della Madonna dell’Orto si trovano lunghe fondamente ricche di ristoranti e locali frequentati per lo più dai cittadini veneziani